#INCLUSIONMATTERS - Non solo un giorno ma tutti i giorni

A cura della Redazione

Al giorno d'oggi, per le aziende che operano nel mercato globale, è necessario introdurre all'interno della propria strategia la creazione di un ambiente di lavoro diversificato e inclusivo. UniCredit, una banca commerciale paneuropea, semplice e di successo, è orgogliosa del proprio impegno volto a valorizzare, da oltre dieci anni, la diversità dei propri dipendenti attraverso la creazione di un ambiente di lavoro positivo, con pari opportunità dove persone di ogni età, genere e background culturale siano coinvolti nel processo decisionale.
In UniCredit gli obiettivi in materia di diversità e inclusione sono stati identificati nel 2009 grazie al coinvolgimento degli stakeholder e sono stati classificati come prioritari dal management in quanto fondamentali per la strategia. La Dichiarazione Congiunta su Pari Opportunità e Non Discriminazione è stata siglata lo stesso anno da UniCredit e dai rappresentanti del Comitato Aziendale Europeo, con lo scopo di diventare un punto di riferimento per tutti i dipendenti attraverso la definizione di linee guida su temi sensibili quali diversità, uguali opportunità e non discriminazione, al fine di creare una cultura aziendale improntata alla diversità, capace di aumentare il senso di appartenenza e migliorare la qualità della vita sul lavoro. 
UniCredit è consapevole che una forza lavoro diversificata garantisce una pluralità di prospettive, favorisce l'innovazione e contribuisce a creare un ambiente di lavoro stimolante. La Global Policy per l'uguaglianza di genere del 2013 ha, in tal senso, stabilito un quadro normativo al fine di creare condizioni di parità in tutta l'organizzazione come strumento per generare maggiore valore. La policy definisce principi e linee guida con riferimento ai principali processi e pratiche delle risorse umane. Attraverso questa policy, UniCredit si prefigge di sottolineare l’impegno del Gruppo nel creare un ambiente di lavoro equo, corretto e rispettoso in cui le persone siano supportate in uno spirito di inclusione, ottengano il giusto riconoscimento in base ai propri meriti e possano godere delle opportunità di carriera e successo a prescindere dall’appartenenza di genere. 
Ma la diversity da sola non basta. Le aziende che riescono a creare un ambiente di lavoro inclusivo sono destinate a superare le altre. L'inclusività consiste nel fare leva sulle differenze e sfruttarle per risolvere al meglio i problemi, essere più innovativi e performare più efficacemente. Creare una cultura dell'inclusione libera le potenzialità, facendo in modo che tutte le voci siano ascoltate e che le aziende traggano vantaggio dalla "diversità di pensiero".
Per rafforzare l’impegno del Gruppo verso la diversità e l'inclusione, nel 2018 è stata istituita la figura del Group Diversity and Inclusion Manager, che opera al fianco dell'Amministratore Delegato e altri top executive.

Per UniCredit diversità e inclusione contano tutti i giorni.
Dal 2019 UniCredit aderisce a "Parks - Liberi e Uguali" a conferma del forte e costante impegno della Banca nel promuovere le diversità e l'inclusione, in linea con la propria convinzione che il rispetto e una forte etica siano cruciali per garantire la sostenibilità del business. Questa adesione consolida l'Accordo Quadro Globale firmato con UNI Global Union (federazione internazionale che riunisce i sindacati nazionali e regionali nel settore dei servizi), incentrato sul rafforzamento del dialogo sui diritti umani e sui diritti fondamentali del lavoro, e sottolinea l'importanza attribuita da UniCredit all'identità di genere e all'orientamento sessuale nei luoghi di lavoro. A ulteriore conferma del suo impegno, nel giugno 2020, per il terzo anno consecutivo, la spire di UniCredit Tower a Milano si è tinta dei colori dell’arcobaleno, a supporto del Milano Pride, che quest’anno ha aderito alla maratona di 24 ore del Global Pride, evento totalmente virtuale in osservanza delle disposizioni di sicurezza anti-Covid. 
UniCredit compie progressi concreti per un leadership team più eterogeneo.
Nell'ambito dell’impegno di Gruppo a favore della diversità e dell'inclusione, UniCredit continua a lavorare attivamente per rafforzare la presenza di donne di talento a livello di Gruppo. Nel 2019, il 55% dei nuovi assunti era di sesso femminile e, cosa ancora più importante, nel 38% dei casi i nuovi Executive Vice President (EVP) erano donne, a conferma dell’impegno per dare forma a un leadership team più eterogeneo, fornendo al contempo nuovi modelli per le nuove generazioni. Nel 2018 UniCredit ha inoltre annunciato la firma della HM Treasury Women in Finance Charter (Carta dei Principi Donne della Finanza promossa dal Ministero del Tesoro britannico) per garantire il pieno sostegno a favore della promozione della diversità di genere nel settore dei servizi finanziari nel Regno Unito e nel mondo. Questa iniziativa si inserisce nel Piano di Sviluppo sulla Diversità, promosso da UniCredit a livello di Gruppo, che comprende una serie di azioni decisive già adottate dalla Banca per raggiungere una più equilibrata distribuzione di genere nei diversi livelli aziendali. L'adesione a questa iniziativa è parte del Group-Wide Diversity Action Plan di UniCredit (lanciato nel 2017) che segue una serie di azioni decisive già messe in atto dalla banca per il raggiungimento di una più equilibrata distribuzione di genere a tutti i livelli dell'organizzazione tramite iniziative specifiche che riguardano: il reclutamento e sviluppo professionale dei talenti; la remunerazione; l'equilibrio vita-lavoro; la formazione. Già nel 2011 UniCredit aveva lanciato il Gender Balance Programme e, nel 2013, applicato una Global Policy sulla Parità di Genere e un processo di monitoraggio che includeva un dashboard sulla Parità di Genere. 

Diversity & Inclusion Week.
Ad ottobre 2019 UniCredit ha lanciato la prima Settimana della Diversità e dell'Inclusione: per una settimana, i dipendenti di UniCredit hanno approfondito diversi argomenti quali i pregiudizi di genere, l'accessibilità delle persone con disabilità, la gestione delle differenze generazionali e il sostegno alla genitorialità. In linea con i due valori UniCredit "Etica e Rispetto" e il principio guida "Fai la cosa giusta!", sono state organizzate 75 iniziative in 15 mercati del Gruppo, tra cui workshop, testimonianze e corsi di formazione, con l'obiettivo di confrontarsi con i colleghi e le loro famiglie, esperti del settore e organizzazioni non governative. Molteplici le esperienze immersive quali la Blind Walk, una passeggiata cieca attorno all’UniCredit Tower in piazza Gae Aulenti a Milano, organizzata in partnership con Unione Italiana Ciechi e Istituto Ciechi di Milano, dove diversi colleghi hanno potuto sperimentare quali sono le difficoltà che le persone con disabilità visiva incontrano quando si recano in ufficio o durante l’attività lavorativa. 

UniCredit aderisce al movimento globale "Valuable 500".
Nel maggio 2020, UniCredit ha aderito a "Valuable 500", un movimento globale che ha come obiettivo quello di porre la disabilità al centro dell'agenda delle imprese. Da oltre dieci anni UniCredit investe nella gestione della disabilità attivando diverse iniziative tra cui una formazione specifica per i dirigenti, programmi che mirano a valorizzare la diversità all'interno del Gruppo, partnership con importanti organizzazioni esterne e policy aziendali. Inoltre, a livello di Gruppo la banca ha designato un Disability Manager sia in Italia che in Austria, con l’obiettivo di prendersi cura dei dipendenti - e delle relative famiglie - durante il percorso lavorativo nei diversi momenti della vita. Attraverso la costruzione di relazioni empatiche supporta i colleghi con disabilità durante il loro ciclo di vita lavorativa, esercitando un ruolo di raccordo delle diverse funzioni aziendali per promuovere l’inclusione a tutti i livelli.
La banca è al momento fortemente focalizzata sullo sviluppo dell'accessibilità digitale sia per i colleghi che per i clienti, impegnandosi a diventare sempre più inclusiva. 
Per questo si sta lavorando alla creazione di una piattaforma intranet completamente accessibile e al rendere tutti i servizi bancari disponibili attraverso canali remoti. 

Registrazione Tribunale di Bergamo n° 04 del 09 Aprile 2018, sede legale via IV novembre 36, 24128 BG, P.IVA 03930140169. Impaginazione e stampa a cura di Sestante Editore Srl. Copyright: tutto il materiale sottoscritto dalla redazione e dai nostri collaboratori è disponibile sotto la licenza Creative Commons Attribuzione/Non commerciale/Condividi allo stesso modo 3.0/. Può essere riprodotto a patto di citare DIVERCITY magazine, di condividerlo con la stessa licenza e di non usarlo per fini commerciali.
chevron-down