LA BELLEZZA DELLA “NORMALITÀ”

Cercando sul web immagini di una normale situazione di lavoro, come una riunione o due chiacchiere davanti alla macchina del caffè, sarà facile trovare persone bellissime, ben vestite e ben pettinate. E se per caso la chiave di ricerca fosse “rabbia” o “malessere sul lavoro”, i risultati saranno attori stupendi un po’ adirati o dal volto triste. Niente nasoni o nasini, persone in sovrappeso o sottopeso, abiti sgualciti o eccessivamente ingessati, con occhiali spessi o con le stampelle e, infine, quasi mai troviamo donne in gravidanza che lavorano.

Questo accade perché, nei risultati delle ricerche che fac- ciamo, si cristallizza il nostro immaginario collettivo, influenzato da come i media hanno definito la nostra idea di normalità o di bellezza. Ogni epoca ha espresso una visione propria del “bello” e l’ideale è cambiato molto nel corso degli anni.

Oggi abbiamo il potere di influenzare quello che sarà l’ideale di bellezza di domani. E in Fastweb abbiamo voluto dare un contributo per cambiare il paradigma anche nel mondo del lavoro, dove non è vero che c’è bellezza soltanto quando gli uomini sono più alti delle donne, le ragazze sono in perfetta forma, le persone di un’altra etnia sono totalmente omologate e i lavoratori con disabilità vengono considerati solo con una funzione iconica.

Vogliamo dare valore all’unicità di ogni persona, in modo che possa esprimersi e liberare il proprio potenziale.


La bellezza di come siamo realmente è ben più comunicativa e rappresentativa delle immagini patinate e preconfezionate che, molto spesso, il web ci propina. Ma possiamo fare qualcosa per modificare questo meccanismo di ricerca-risultato? Fastweb pensa di sì!


Nasce così, in occasione della 4W4I, l’idea di Fastweb di creare “Library Tutti”, un progetto volto a rappresentare la vera normalità, quella che si respira tutti i giorni in ufficio. Abbiamo, quindi, allestito un set fotografico in tre delle nostre sedi (Milano, Perugia e Bari), coinvolgendo colleghi e colleghe in shooting che raccontassero situazioni di lavoro “vero” tra persone “vere”.

Un progetto che è piaciuto tanto alle persone di Fastweb, e non solo, ha contribuito infatti a far entrare Fastweb nella TOP20 del Diversity Brand Index 2022: perché è normale, e anche bello, che una persona con disabilità lavori in ufficio e partecipi a un meeting così come una persona con una statura sopra o sotto la media stia accanto a qualcuno di etnia diversa dalla sua. Siamo molto più vari, diversi e belli di come ci rappresentano.

Abbiamo voluto quindi cambiare prospettiva, costruendo una Library – disponibile sul nostro sito corporate per una comunicazione veramente inclusiva, che rappresenti la responsabilità che viviamo quotidianamente e che possa contribuire a cambiare l’immaginario di bellezza del futuro. Perchè la normalità è negli occhi di chi ci guarda.

Spread inclusion all around the globe

Author: administer