I Mandarini

In Italia non c’è il problema del razzismo, dai. Negli Stati Uniti sì; lì sparano a ragazzini asiatici e soffocano per strada uomini neri. Ma non qui, questo è il Belpaese, pizza e mandolino; non pensiamo che i migranti ci rubino il lavoro, non blocchiamo le navi in mare perché non attracchino sulle nostre coste, non lasciamo che la paura e l’odio condizionino le nostre scelte se vediamo un colore di pelle diverso dal “bianco” e, infatti, il nostro Parlamento, le nostre banche, i nostri uffici, le nostre università… sono piene di donne e uomini neri che governano, dirigono, legiferano e insegnano. Crimini d’odio? Ma per favore.

Mohamed Sow – 16 maggio 2001 – Novara – 26 anni, cittadino senegalese, lavorava per una ditta di rubinetti, ucciso e il suo corpo occultato perché aveva chiesto un aumento di paga.

Abdul Manan – 08 aprile 2007 – Tor Pignattara, Roma – lavoratore bengalese, assassinato a colpi di arma da fuoco nel 2 periodo delle campagne razziste” contro gli ambulanti bengalesi.

Said Abdel Halim – 17 giugno 2008 – Provincia di Varese – lavoratore di 29 anni di origine egiziana, ucciso con 14 colpi di arma da fuoco dai titolari dell’impresa edile per cui lavorava il fratello, quando lo accompagna a richiedere il compenso per un lavoro svolto.

Kwame Antwi Julius Francis, Affun Yeboa Eric, Christopher Adams, El Hadji Ababa, Samuel Kwako, Jeemes Alex, Kwado Owusu Wiafe, Karim Yabuku – 18 settembre 2008 – Castelvolturno – vittime innocenti in una strage camorrista.


Cheik Diouf – 31 gennaio 2009 – Civitavecchia – lavoratore senegalese ucciso con un colpo di fucile da un poliziotto suo vicino di casa che lo accusava di “schiamazzi”.

Moussa Grine – 11 febbraio 2009 – Provincia di Trapani – lavoratore tunisino, 43 anni, buttato giù dalle scale e poi trovato, carbonizzato, nella chiesa regola e l’agente gli spara a morte, al parco Lambro.

Ibrahim M’Bodi – 05 dicembre 2009 – Biella – cittadino senegalese con regolare permesso di soggiorno ammazzato con nove coltellate quando chiede al suo datore di lavoro i soldi che gli spettavano di diritto.


Petre Ciurar – 02 dicembre 2010 – Provincia di Messina – ventenne di origini Rom fucilato in un raid razzista nell’insediamento dove abitava.


Samb Modou e Diop Mor – 13 dicembre 2011 – Firenze – Cittadini senegalesi uccisi a colpi di pistola da un estremista di destra sostenitore e attivista del gruppo politico neofascista Casa Pound.

Favor Nike Adekunle – 21 dicembre del 2011 – Provincia di Palermo – cittadina nigeriana, 20 anni, ritrovata carbonizzata nelle campagne di Misilmeri.

Marcello Valentino Gomez Cortes – 13 febbraio 2012 – Milano – cittadino cileno, 29 anni, fugge da un agente perché senza documenti in da due giovani, muore dopo 40 giorni di coma.


Abderrahmann Salhi – 21 maggio 2013 – Frassine – Cittadino di origini marocchine, 24 anni, portato nella caserma dei carabinieri di Montagna- na la sera del 15 maggio, muore torturato con “trattamento ad acqua”.

Baki Bila – 26 maggio 2013 – Napoli – cittadino del Bangladesh, ferma- to mentre attraversa la strada in pieno giorno e picchiato selvaggiamente della Madonna della Catena di Salemi, dopo che aveva chiesto un prestito.

Spread inclusion all around the globe

Author: administer