A cura della Redazione

Per Dell Technologies contribuire positivamente al progresso umano è uno degli obiettivi più importanti e per questo è fortemente impegnata a sostenere iniziative innovative, sostenibili per promuovere la diversità e l’inclusione. La passione e l’abilità dei membri delle Employee Resource Groups – ERGs – gruppi interni all’azienda composti da dipendenti che su base volontaria si occupano di affrontare e sviluppare tematiche di interesse ad impatto collettivo sono fondamentali per trasformare questo grande obiettivo in realtà nel prossimo decennio. 

Ne abbiamo parlato con Paola Ferri e Caterina Calvi che guidano – rispettivamente – in Dell Technologies Italia il programma Women In Action e Dell Women’s Entrepreneurs Network per lo sviluppo professionale delle donne e quello del True Ability, focalizzato nel supportare le persone con diverse abilità, fermamente convinti che si possa fare impresa e generare valore per tutti, nessuno escluso.

La difesa della cultura e delle identità individuali, la ricerca del benessere collettivo sono per Dell Technologies – tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche per la trasformazione e il futuro digitale – valori irrinunciabili. 

Per innovare e apportare cambiamenti in questo ambiente, abbiamo bisogno di talenti – talenti diversi – e dobbiamo essere capaci di integrarli nella nostra azienda. Crediamo che solo se le persone si sentono libere di esprimersi, possono essere veramente innovative. È importante che tutti si sentano riconosciuti e apprezzati per quello che sono, e per far sì che questo accada in Women in Action adottiamo diverse strategie per sostenere l’equilibrio di genere ed eliminare ogni tipo di barriera, anche inconscia.

Una volta che la persona è inserita al nostro interno, sosteniamo il suo sviluppo professionale con il programma Releasing Female Potential della durata di un anno che include una serie di workshop, sessioni di coaching e job shadowing per aiutare le donne ad approfondire soft skill e competenze, indirizzate specificatamente al genere femminile per supportare l’avanzamento delle loro carriere. 

Con Women in Action si vuole sostenere la comunità più ampia al di fuori dell’azienda, cosa che viene fatta attraverso DWEN Dell Women’s Entrepreneur Network. Il capitolo italiano è stato lanciato proprio quest’anno con l’obiettivo di ispirare, connettere e sostenere la trasformazione delle imprese guidate da imprendritrici e professioniste. Sosteniamo il percorso fornendo approfondimenti in temi di innovazione digitale, leadership, marketing, includendo le imprendritrici in un contesto internazionale e attirando finanziamenti.

Attraverso il programma Digital Future – lanciato in Italia tre anni fa – Dell Technologies cerca di avvicinare il maggior numero di giovani talenti allo studio delle materie STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica), ispirarando un maggior numero di giovani a perseguire percorsi di apprendimento e di carriera nella programmazione e in altre tecnologie.

Molto viene fatto anche internamente. Quando parliamo di pregiudizi inconsci e del modo in cui ci approcciamo al talento, anche nel processo di assunzione, sappiamo che ci possono essere barriere interne inconsce a causa di stereotipi legati a tutti i tipi di diversità. Per questo abbiamo imprelmentato il programma di formazione Catalyst MARC – Many Advocating Real Change – che ha davvero portato la conversazione sulla diversità a un livello superiore rispetto ai principi che applichiamo e al linguaggio che usiamo. Oggi vi è una maggiore consapevolezza di come questo possa influire su ogni processo all’interno dell’azienda e possiamo dire che MARC ha davvero avuto un forte impatto su ogni singolo dipendente. 

Mi piace sottolineare che gli ERGs in Dell Technologies sono organizzazioni volontarie: chi vi partecipa contribuisce mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità perché ne riconosce l’importanza dei principi e vuole impegnarsi attivamente a raggiungere i Moonshot goals che ci siamo posti nel nostro Report di impatto sociale Progress Made Real 2030:

Il programma si fonda sulla convinzione che la tecnologia e i dati, combinati con la volontà e la passione dei singoli, siano e saranno sempre una forza positiva per il progresso umano e ribadisce l‘impegno di lungo periodo di Dell Technologies nei confronti dei propri dipendenti, della società e dell’ambiente. 

Caterina Calvi

Tra gli obbiettivi principali: assumere, far crescere e trattenere in azienda le donne in modo che rappresentino il 50% della forza lavoro ed il 40% della leadership mondiale

Caterina, puoi dirci qualcosa di più sull’ERG che guidi, True Ability?

Certo – e sono d’accordo con Paola che è importante sottolineare che sono i collaboratori a portare avanti questi programmi. Il programma ERG globale è guidato ovviamente da executives ma a livello locale sono le singole persone che, indipendendetemente dal loro ruolo, dedicano tempo e contribuiscono al suo sviluppo. 

Il programma True Ability è stato avviato in Dell Technologies nel 2010. A livello globale ci sono 46 capitoli e abbiamo oltre 6000 collaboratori in tutto il mondo. Il nostro obiettivo è innanzitutto l’empowerment delle persone con disabilità ma anche la responsabilizzazione della popolazione interna all’azienda sul tema; crediamo che la diversità non sia un limite ma una risorsa, quindi ci concentriamo sulla disabilità non solo sul posto di lavoro ma anche nella comunità più ampia. Il nostro obiettivo è quello di creare risposte e consapevolezza in tutto l’ecosistema, sia internamente che esternamente, e lo facciamo attraverso varie attività e iniziative a cui partecipiamo e che organizziamo.

Alcuni esempi: la raccolta di fondi e la promozione del volontariato; eventi di squadra per creare impegno e consapevolezza tra tutti i dipendenti. L’idea di fondo è di ridurre il più possibile i limiti e le barriere sul posto di lavoro, sia in termini fisici sia psicologici e far cadere i pregiudizi. 

Sosteniamo la comunità di persone con “abilità diverse” internamente ed esternamente. In questo momento in Italia Dell Technologies ha avviato un programma di assunzione di talenti con differenti abilità neurologiche, un progetto già sperimentato a livello globale. Tra le iniziative di volontariato che promuoviamo all’esterno dell’azienda, il Centro Diurno Disabilità Noale di Milano, per giovani che hanno disabilità mentali e fisiche. Sosteniamo attività come l’arte terapia, la clown-therapy e la danza-terapia, per altro molto divertenti da includere nella nostra giornata di lavoro. Attraverso la raccolta di fondi ci impegniamo a sostenere una serie di fondazioni benefiche.

Stiamo anche lavorando su diversi programmi che non riguardano direttamente il percorso di assunzione, ma che prevedono di fornire ai dipendenti con disabilità qualsiasi tecnologia assistiva di cui potrebbero aver bisogno per svolgere al meglio il loro lavoro, non solo hardware e software ma metodologie, strategie e strumenti mirati.

Spread inclusion all around the globe