Arcus pride

Redazione

Il ‘Pride Month’, celebrato ogni anno nel mese di giugno, è apparso diverso nel 2020 dal momento che, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, tutte le principali manifestazioni sono state annullate o si sono svolte con mezzi alternativi che ne hanno tuttavia conservato integralmente lo spirito. 

Nonostante il particolare momento Clifford Chance non ha rinunciato a esprimere il proprio impegno a supporto della comunità LGBT+e contro ogni forma di discriminazione, sostenendo il Pride a livello globale con il progetto ‘#VirtualPride’: una serie di iniziative realizzate online, quali webinar tematici dedicati ai progetti di Arcus (network di Clifford Chance per lo sviluppo di progetti LGBT+), con l’obiettivo di stimolare la condivisione di riflessioni e favorire il dibattito. 

In Italia, in particolare, Clifford Chance ha deciso di realizzare una mostra d’arte virtuale con 13 artisti che esplorano da vicino le tematiche LGBT+ e che è visibile a partire da luglio sul sito internet dello Studio nella sezione dedicata a Divercity & Inclusion. 

L’iniziativa, che trae ispirazione da ‘Arcus Pride Art Exhibition’, la mostra espositiva organizzata ogni anno nelle diverse sedi di Clifford Chance (che quest’anno non ha potuto tenersi nella modalità tradizionale), ha l’obiettivo di stimolare i visitatori suscitando riflessioni sulla natura del cambiamento, inteso sia come trasformazione individuale e fenomeno sociale, in costante dialogo con variabili come il tempo, il linguaggio e il corpo, che come una necessaria ma radicale trasformazione da attuare nella società attraverso un lavoro di apertura e comprensione reciproca di ciascun individuo. 

La mostra è costituita da due distinte selezioni dal titolo ‘Stages of Change’ e ‘Imaginative Cells’, curate rispettivamente dalla curatrice e art consultant freelance Vittoria de Petra e dalla gallerista Patrizia Madau, Fondatrice di Talullah Studio Art, e comprende nel complesso una ventina di opere di 13 artisti, tra cui figurano giovani emergenti come Federica Angelino, artista multidisciplinare che esplora i temi di diversity attraverso fotografia, pittura e installazioni (selezione ‘Imaginative Cells’), accanto a nomi già affermati come Jacopo Miliani (selezione ‘Stages of Change’) che presenta l’opera video dal titolo ‘Deserto’, già esposta presso diverse prestigiose istituzioni d’arte contemporanea quali il Gucci Garden di Firenze e rimasta disponibile in esclusiva sul sito internet dello Studio fino al 29 luglio 2020. 

“Con questa iniziativa, Clifford Chance ribadisce il proprio impegno e prosegue nella valorizzazione della diversità e della libertà di espressione, elementi fondamentali per un ambiente di lavoro inclusivo dove ogni persona sia libera di esprimere pienamente la propria individualità e contribuire a sviluppare idee e approcci innovativi. Quest’anno abbiamo deciso di farlo stimolando la riflessione attraverso l’espressione artistica che, per sua stessa natura, si presta perfettamente ad una trasposizione virtuale”, ha commentato Ferdinando Poscio, Partner e Responsabile del Diversity Committee dello Studio in Italia. 

ARTICOLO PUBBLICATO IN DIVERCITY VIII, Settembre 2020

Spread inclusion all around the globe

Author: Redazione