QUANTA STRADA ABBIAMO FATTO! – Findomestic

di Simona Piva –

Qualche giorno fa una collega ed io abbiamo provato a mettere “nero su bianco” tutti i benefit e le agevolazioni che Findomestic concede ai propri dipendenti; abbiamo iniziato ad elencarli e a riempire una lista… e ci siamo chieste: ma quante iniziative abbiamo portato a termine?! Nemmeno noi siamo pienamente consapevoli della portata del nostro lavoro. E i collaboratori? È già da tempo che stiamo pensando a una modalità efficace di comunicazione e di informazione: abbiamo tante opportunità, tutte inserite nella nostra Intranet; abbiamo un numero e una mail dedicata a cui possono accedere tutti, colleghi sempre pronti a rispondere a qualsiasi dubbio o necessità. Tutto ciò è sufficiente? Assolutamente no! Possiamo fare sicuramente meglio. Ed ecco allora che iniziamo a fantasticare nella ricerca di altre soluzioni: una pagina dedicata alla maternità, una dedicata al people care, campagne di informazione, video-pillole e poi?

Oggi, in questo articolo, mi piacerebbe raccontare tutto ciò che Findomestic ha adottato per agevolare benessere e conciliazione vita-lavoro dei propri dipendenti. Partiamo dalla Banca della Solidarietà: Findomestic ha dato la possibilità ai propri collaboratori di donare ferie e permessi per aiutare coloro che, avendo esaurito le proprie disponibilità, abbiano bisogno di assentarsi dal lavoro per importanti necessità personali: assistenza a figlie/i con disagi particolari, il verificarsi di eventi calamitosi eccezionali, i casi previsti dalla legge 104/92, dipendenti inserite nei percorsi di protezione relativi alla violenza di genere e tante altre casistiche. Findomestic contribuisce ad alimentare il monte ore con il doppio delle donazioni di ogni singolo dipendente.

Tante poi le iniziative a supporto della genitorialità: l’integrazione della retribuzione a favore della dipendente che si astiene anticipatamente dal lavoro per complicazioni intervenute durante la gravidanza; l’integrazione della retribuzione qualora la neo mamma o il neo papà decidano di fruire del congedo parentale per la nascita di un figlio/a, permettendo al lavoratore/lavoratrice, al verificarsi di specifiche condizioni, di poter godere di uno stipendio che può andare dal 60 all’80% della propria retribuzione; la possibilità di prolungare il periodo di congedo parentale con le ferie, di chiedere la modifica del proprio orario di lavoro per usufruire dei riposi orari post partum; un counseling/mentoring per le lavoratrici dopo l’assenza per maternità e per tutti i collaboratori al rientro dopo un periodo di assenza (aspettativa, malattia o infortunio), in presenza di significative variazioni delle procedure operative o di mutamenti organizzativi per individuare e attuare le opportune attività di formazione per un adeguato rientro in servizio. Findomestic vanta inoltre un considerevole numero di part time (oltre 500 su 2222 dipendenti con contratto a tempo indeterminato) concessi ogni anno ai propri collaboratori con un tasso di accoglimento delle domande vicino al 100% e con oltre 170 schemi orari diversi per coprire le esigenze di tutti i richiedenti. La nostra azienda riconosce un contributo mensile per le spese sostenute per l’asilo nido o la baby sitter per bambini fino a 3 anni, ha innalzato l’importo che il CCNL prevede per i dipendenti con figli disabili e ha aumentato i permessi per malattia dei figli tra gli 8 e i 14 anni. Sempre a supporto della genitorialità, ogni anno viene corrisposto un contributo economico (borsa di studio) per il recupero delle spese scolastiche affrontate per figli in età scolare (dalla secondaria fino all’università) di cui possono godere tutti i collaboratori in possesso dei requisiti. Con l’innalzamento dell’età media della nostra popolazione aziendale, stiamo lavorando per supportare i caregiver. In tale ottica, abbiamo introdotto 5 giorni di permesso non retribuito per poter accompagnare i genitori bisognosi di visite specialistiche o di assistenza in caso di grave infermità.

Il Protocollo Inclusivo, firmato da Findomestic e dalle Organizzazioni Sindacali nel 2017, riconosce gli stessi diritti e le stesse agevolazioni delle coppie che hanno contratto matrimonio alle coppie di fatto, comprese quelle dello stesso sesso: polizza sanitaria, contributo asilo, supporto economico e permessi per figli disabili, permessi per decesso, congedi parentali, puerperio, ecc. Un accordo straordinario e precursore dei tempi (la prima banca in Italia) a sostegno delle coppie anche non eterosessuali e della cosiddetta genitorialità sociale ancor oggi oggetto di tanti dibattiti e di non facile applicazione. Findomestic mette a disposizione dei propri dipendenti una polizza sanitaria (i cui benefici sono estesi anche al nucleo familiare) ivi compreso un pacchetto di medicina preventiva differenziato per genere e età, una polizza infortuni professionali ed extraprofessionali, una polizza vita. Anche il piano welfare contribuisce ad implementare il benessere dei nostri collaboratori attraverso l’attribuzione di un credito finalizzato all’acquisto di beni e servizi, soprattutto servizi alla persona, alla previdenza complementare e alla sanità, che ciascun interessato/a può selezionare per comporre un pacchetto individualizzato rispondente ad esigenze personali e familiari.

Nel 2017 abbiamo introdotto lo smartworking, dando la possibilità al nostro personale di sede di poter lavorare da casa un giorno a settimana: accolto inizialmente con un po’ di prudenza, ad oggi è diventata una delle nostre formule vincenti, sia per il lavoratore – che può godere di maggiore flessibilità e di un aiuto concreto per bilanciare vita privata/ vita professionale –, sia per il manager – che può contare su persone sempre più ingaggiate e serene –. E, infine, è un vantaggio per l’azienda che gode di una straordinaria flessibilità organizzativa. Il lavoratore impara ad autogestirsi e a gestire il proprio tempo, garantendo il risultato e avendo più tempo a disposizione per sé e la propria famiglia: un connubio vincente che contiamo di continuare a sviluppare e incrementare. Nella stessa logica abbiamo introdotto la flessibilità oraria, con la possibilità di anticipare l’orario di ingresso e di ridurre la pausa pranzo per poter godere di un’uscita anticipata la sera. In Findomestic si sta davvero bene: è ancora profondamente insita in noi l’idea della grande famiglia, nonostante le dimensioni (quasi 2900 dipendenti). Le persone non sono semplicemente colleghi, ma amici e amiche. Non a caso siamo certificati Best Place to Work. Non ci accontentiamo però di questo: lavoriamo ogni giorno al fianco dei nostri collaboratori, li ascoltiamo, ci confrontiamo per comprendere ciò che possiamo fare per rendere l’ambiente di lavoro il migliore possibile. Ad oggi abbiamo percorso tanta strada, abbiamo fatto moltissime cose ma siamo convinti che tanto si possa ancora fare. Alla prossima!

ARTICOLO PUBBLICATO IN DIVERCITY VI, MARZO 2020

Spread inclusion all around the globe