INCLUSIONE IN SODEXO

La diversità? Fa la differenza. Potrebbe sembrare solo un gioco di parole, ma non è così. In Sodexo guardiamo da sempre alla diversità come a un pilastro della nostra cultura, fondamentale per lo sviluppo dell’azienda e leva strategica per la crescita economica. Si tratta di una scelta che si traduce in un impegno concreto: essere realmente vicini alle comunità che serviamo ogni giorno come leader nei servizi per la qualità della vita, favorendo l’inclusione relativamente a: equilibrio di genere, mix generazionale, disabilità, cultura e origine e orientamento di genere. Questa visione ci sostiene anche nell’affrontare cambiamenti demografici ed economici ormai noti, come l’invecchiamento della popolazione o i fenomeni migratori, base del mix sociale e culturale che caratterizza la società contemporanea. Sempre più spesso sul posto di lavoro si incontrano generazioni diverse, con valori specifici e una visione differente rispetto all’equilibrio tra vita professionale e personale, che è importante comprendere e rispettare. Ma non solo: integrare le diversità rappresenta anche una scelta economica, a partire dalle nuove opportunità offerte dai Paesi e dai mercati emergenti. In questo senso, tutti i progetti di Diversity & Inclusion realizzati da Sodexo costituiscono una distinzione competitiva rispetto al mercato. Infine, in quanto realtà globale presente in 72 paesi nel mondo con 460 mila collaboratori di 132 nazionalità rappresentiamo una significativa varietà di persone, lingue, etnie, usi e costumi. Considerando questi numeri, e i 100 milioni di consumatori che serviamo ogni giorno, è facile comprendere come la diversità sia un fattore insito nel nostro DNA: come datore di lavoro, fornitore di servizi e azienda socialmente responsabile.

Alle origini dell’impegno sulla D&I

Nel 2006 il Gruppo Sodexo ha scelto di adottare una politica strutturata per la Diversità & Inclusione, istituendo una direzione deputata a livello mondiale. Con l’obiettivo di individuare il perimetro di azione sul tema e definire una vera e propria strategia, viene costituito un Team di supporto all’interno del Comitato Esecutivo. Dall’anno successivo, l’Europa
ha una sua Direzione Diversità, con il compito di definire politiche mirate, azioni e nuovi progetti sul tema.

I 5 assi di intervento

La nostra strategia D&I, a livello internazionale, si sviluppa su 5 assi tematici di intervento, sui quali sviluppiamo i messaggi che regolarmente veicoliamo ai nostri team, così come le comunicazioni rivolte ai nostri clienti, con l’obiettivo di realizzare partnership e collaborazioni di successo.

  • Equilibrio di genere
  • Generazioni
  • Disabilità
  • Cultura e Origine
  • Orientamento di genere

Su ognuno di questi aspetti, procediamo innanzitutto con l’individuazione delle priorità locali, per poi passare alla definizione e all’implementazione delle attività, di cui nel tempo monitoriamo i progressi compiuti e i risultati raggiunti.

I progetti realizzati in Italia

In Italia, abbiamo sviluppato iniziative di Diversity & Inclusion già nel 2009, con l’introduzione di workshop sulla gestione delle differenze culturali dedicati al management. Di lì a poco, la formazione si è estesa a tutti i collaboratori, rientrando a tutti gli effetti nel processo di trasmissione dei valori e degli impegni dell’azienda. Ad oggi, la Direzione Risorse Umane si impegna a coinvolgere tutti i collaboratori nell’iniziativa “Spirit of Inclusion”, giornata formativa che si propone di esplorare le differenti modalità di pensare e intendere la diversità e l’inclusione attraverso il coinvolgimento diretto dei partecipanti. In tema di equilibrio di genere, nel 2018 Sodexo Italia ha siglato un’intesa con i sindacati di categoria, impegnandosi ad adottare una politica di “Tolleranza Zero” sul tema delle molestie sessuali sul luogo di lavoro. Ampio spazio è inoltre dedicato alle iniziative sul territorio, realizzate in collaborazione con altri enti e associazioni. Tra questi, il Comune di Milano, Fondazione Sodalitas, Fondazione Adecco, Croce Rossa Milano, Fondazione Accenture e l’Associazione A&I.

Le principali attività D&I di Sodexo in Italia

2009, Sodexo Italia è tra le prime 16 imprese italiane a firmare la Carta per le Pari Opportunità e l’Uguaglianza sul Lavoro. Nello stesso anno, prende il via la partnership con il Comune di Milano e l’Associazione A&I per l’attivazione di progetti di tirocini e borse lavoro per la riqualificazione e l’inserimento lavorativo di cittadini stranieri rifugiati politici. 2011, Sodexo Italia riceve il “Sodalitas Social Award” per la categoria “Migliore iniziativa a sostegno del valore della Persona e del Lavoro”, per il progetto sulla disabilità “La Diversità fa Team”, realizzato in collaborazione con il Comune di Morbegno. 2012, Prima edizione del Progetto Diversabilità (ancora in corso). Corsi di cucina di 4 lezioni per 4 settimane, dedicati ai ragazzi diversamente abili, per renderli più autonomi in cucina e nelle piccole faccende domestiche, ma anche per contribuire a un orientamento delle loro scelte professionali. Ogni partecipante è seguito da uno chef e un tutor Sodexo. 2013, Collaborazione con il Comune di Milano-Fondazione Clerici e Sodalitas per la realizzazione del progetto “Divento Grande”, volto all’inserimento sociale e lavorativo di ragazzi in situazioni di disagio. Nello stesso anno, sono stati realizzati progetti individuali di formazione/coaching per dipendenti Sodexo con disabilità riconosciuta, in partnership con l’Associazione A&I. 2014, Sodexo Italia ottiene la Certificazione SA8000® per la Responsabilità Sociale, uno standard internazionale che attesta il comportamento eticamente corretto delle imprese e della filiera di produzione basato sul costante miglioramento delle condizioni dell’ambiente lavorativo. 2016, Stefano Biaggi, Country President e Region Chair, firma il “CEO statement of support” agli Women’s Empowerment Principles, alla presenza del presidente di UN Women Italia. 2017, In collaborazione con Fondazione Accenture, Sodexo partecipa al progetto “Job Station”, che consente alle persone con disabilità psichica di avvicinarsi al mondo del lavoro attraverso centri di smart working dedicati. 2018, In collaborazione con Fondazione Adecco per le Pari Opportunità, realizzazione di progetti, finalizzati al reinserimento lavorativo di donne vittime di violenza domestica. Tra questi, il progetto #Loveyourself. 2019, Realizzazione del Progetto ESIRAS, in collaborazione con Croce Rossa Milano, per l’inserimento lavorativo di profughi e rifugiati politici. Progetti simili sono stati condotti in partnership con Enti Bilaterali, EBITer Milano ed EBTpe Milano, e con Fondazioni Adecco per le Pari Opportunità. A oggi, sono stati attivati 50 inserimenti in stage. L’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati – UNHCR conferisce a Sodexo Italia Spa il logo “WELCOME. Working for refugee integration” per aver effettuato nuove assunzioni di beneficiari di protezione internazionale e aver favorito il loro concreto inserimento lavorativo e sociale.

Uno sguardo al futuro

Il nostro l’impegno su queste tematiche non si è affatto esaurito: l’obiettivo è quello di potenziare le iniziative volte a informare, sensibilizzare e creare consapevolezza, sia tra i nostri collaboratori, ponendo sempre maggior attenzione alle esigenze individuali, alla crescita dei talenti e alla promozione delle specificità del singolo individuo, sia in collaborazione con i clienti, ponendoci come partner di valore non solo per la gestione dei servizi, ma anche per lo sviluppo e l’integrazione di progetti a sostegno degli obiettivi in ambito diversità e inclusione.

ARTICOLO PUBBLICATO IN DIVERCITY IV, SETTEMBRE 2019

Spread inclusion all around the globe