LETTERA ALLA REDAZIONE

Mi chiamo Fabrizio Savarese, ho 35 anni e sono sordo dalla nascita, ma grazie a un impianto cocleare sento suoni e voci. Sono fortunato: ho genitori che mi hanno dato ogni tipo di supporto, sia psicologico che concreto.  Ho studiato grafica all’Istituto Golgi di Brescia e mi sono laureato allo IED di Milano, oggi ho un incarico amministrativo presso gli Spedali Civili di Brescia. Il cinema è sicuramente una mia grande passione. Ricordo benissimo quando, nel 1989, sono stato al cinema, a Crema, con un amico d’infanzia a vedere il film “Batman”. Il film era diretto da Tim Burton, regista di fama mondiale. Quando ero piccolo sognavo di diventare l’attore sordo e imitavo tanti personaggi tra cui Batman e Zorro, ero molto felice perché recitare era divertente. I film possono emozionare ed educare allo stesso tempo, trasmettere messaggi positivi che aiutino ad interpretare la realtà che ci circonda.

Parecchi anni dopo un altro amico mi ha invitato a vedere “Batman vs Superman”: era il 2016 e il cinema multisala di Bergamo proiettava con i sottotitoli in italiano! Sono rimasto molto stupito, perché ho scoperto che questo accadeva anche in altre città. “Ma a Brescia no… come è possibile?” mi dissi. Lì è nato il mio progetto: portare più sordi al cinema, abbattere le barriere e favorire nuove amicizie! Con determinazione, buona volontà e anche grazie alla proprietà del Cinema Multisala di Brescia, che ha accolto la richiesta e l’ha trasformata in realtà, il sogno si è realizzato. Oggi il cinema è accessibile a tutti, compresi disabili e studenti che vogliono imparare l’inglese. Ogni settimana è possibile consultare la programmazione su Facebook (gruppo “Movie News”) e LinkedIn. I membri del gruppo possono scorrere la pagina, curiosando, guardando trailer, valutando se ci siano film interessanti e adatti al proprio gusto personale. Questa pagina è aperta a tutti voi che potete pubblicare, commentare e infine… correre al cinema! Mi piacerebbe collaborare con altre realtà, trovare soluzioni sempre migliori e istituire almeno un cinema in ogni città che dedichi serate alla proiezione di film in prima visione con sottotitoli. Contattatemi! Vi aspetto al cinema…

Fabrizio Savarese

ARTICOLO PUBBLICATO IN DIVERCITY III, MAGGIO 2019