GENDER GAP

Winning Women Institute

Winning Women Institute è un’Associazione impegnata sul tema della  Gender Equality ed ha come obiettivo diffondere il principio della Parità di Genere all’interno del mondo del lavoro. Il 7 marzo 2019, nella splendida cornice dell’antico e imponente palazzo Isimbardi, oggi sede della Provincia di Milano, è andata in scena – è proprio il caso di dirlo, vista la grande partecipazione di pubblico e la presenza di alcune personalità tra cui la vice Sindaca Arianna Censi, Enrico Gambardella Presidente di WWI, Daniela Mainini, Presidente del Centro studi grande Milano e Paola Corna Pellegrini, Ceo di Allianz Partners e Presidente del Comitato scientifico di WWI – la premiazione delle prime sette grandi Aziende italiane che si sono distinte nel riconoscere alle donne parità di retribuzione e di opportunità di carriera, sostegno alla maternità e accesso al lavoro.

Il “bollino rosa” è nato da un lungo lavoro di analisi e confronto all’interno di un gruppo di esperti, responsabili HR, professori universitari, revisori e consulenti che hanno messo a punto una metodologia innovativa per dar valore e riconoscimento ai percorsi intrapresi negli anni da alcune aziende italiane, particolarmente attente alla parità di genere.  Winning Women Certified: dopo 6 mesi dal lancio del progetto di certificazione, l’azienda sosterrà l’audit con Ria Grant Thornton, che verificherà i Key Performance Indicator previsti dal Dynamic Model Gender Rating. Successivamente al Report di audit dell’Ente Terzo, Winning Women Institute rilascerà la Gender Equality Certification. Nel comitato scientifico spiccano: Paola Corna Pellegrini, Amministratore Delegato in Italia di Allianz Global Assistance e ideatrice del premio Valeria Solesin; William Griffini, Amministratore Delegato e Partner di Carter & Benson; Antonia Maclean, Ceo Vistage UK; Roberta Mandich, HR Director emea ortho clinical diagnostics; Filippo Mannucci, CEO Ales Group Italia; Laura Bruno, Direttore Risorse Umane di Sanofi Italia; Maurizio Del Conte, docente Università Bocconi; Nicoletta Levi, Direttore Generale della Sede di Milano di TBWA Italia; Monica Magri, Direttore Risorse Umane di Adecco Group; Roberta Mandi, Direttore Risorse Umane Ortho Clinical Diagnostics; Monica Rancati, Western Europe Senior HR Director in Microsoft; Paola Profeta, Docente di Scienza delle Finanze, Università Bocconi; Roberto Zecchino, Vice President Human Resources and Organization Bosch Italy and South Europe. Le aziende premiate oggi sono state: Allianz Partners, Ales Group, Amgem, Cameo, Biogen, Grenke, Sanofi.

“La certificazione di parità di genere emessa del nostro istituto è un bollino di qualità che viene rilasciato a imprese che rispettano indicatori molto stringenti sulle pari opportunità” – spiega Enrico Gambardella, presidente di Winning Women Institute – “L’iniziativa si propone, con l’idea del bollino rosa suggellato da un comitato scientifico d’eccezione, di colmare il gap salariale, conciliare i tempi di vita/lavoro e supportare la parità tra uomo e donna in senso ampio, nel contesto lavorativo, favorendo e stimolando comportamenti virtuosi tra dipendenti. Si tratta di una evidente esigenza di crescita culturale del mondo del lavoro in generale la cui consapevolezza è cresciuta in questi anni”. Il “bollino rosa” di Winning Women Insitute ha fortemente allargato il proprio raggio d’azione per il 2019 e le aziende che hanno intrapreso il processo di certificazione ad oggi sono numerosissime. Entro fine 2019 avremo il primo rapporto completo sul processo di Certificazione in Italia.

ARTICOLO PUBBLICATO IN DIVERCITY III, MAGGIO 2019

Spread inclusion all around the globe